• Marzo 19, 2024 12:09 pm
  • Roccalbegna
New
On Call

Scopriamo la comunità dei Borghi amiatini intorno al vulcano spento Roccalbegna, Santa Fiora e Seggiano.

Fin dalla preistoria, dagli Etruschi quest’area è stata scelta accuratamente come luogo ricco di Acqua, Monumenti e Paesaggi unici.

Venite con noi a scoprire la natura che circonda i borghi piccoli dell’Amiata.

I° Giorno Roccalbegna e le Oasi del WWF

Il viaggio inizia a Roccalbegna, una piccola perla dove il tempo sembra essersi fermato, sulle orme del Lorenzetti, incontro con la guida e visita della chiesa gotico-romanica dei Santi Pietro e Paolola Chiesa dei Santi Pietro e Paolo (XIII secolo) al suo interno, una pala d’altare che lascia senza parole, un trittico raffigurante San Pietro, Paolo e al centro la Madonna con Bambino. Citando il detto popolare “Se il sasso scrocca addio alla Rocca” che descrive l’intenso legame degli abitanti nei confronti del Sasso, si raggiunge per una ripida strada e poi percorrendo strette gradinate abbarbicate alla rupe per poi passare dal Cassero dove è possibile ammirare uno splendido panorama sul territorio circostante a 360°. La mattinata prosegue per la visita al bosco Rocconi, Oasi WWF che ospita rari rapaci come il biancone, il lodolaio, lo sparviero e il lanario, una passeggiata di circa 5 km lungo la strada sterrata che costeggia il fiume Albegna prevista la sosta per il pranzo durante il tragitto. Rientro a Roccalbegna al pomeriggio.

II° Giorno Monte Labro e gli Alpaca

Partenza alla scoperta della riserva naturale di Pescinello è un’area naturale protetta situata nell’alta valle dell’Albegna, tra il Monte Labbro e il paese di Roccalbegna. Caratterizzata da un ambiente aspro e di buona naturalità, l’area presenta un’elevata biodiversità, dovuta alla compresenza di boschi, arbusteti, rupi calcaree, forre, sorgenti e pozze. La visita continua alla scoperta del Monte Labbro, per ripercorrere le orme di David Lazzaretti, il Profeta dell’Amiata, fondatore della Chiesa Giurisdavidica, vissuto nel XIX secolo. Sosta per il pranzo in autonomia al borgo di Arcidosso e la Rocca Aldobrandesca proseguendo al pomeriggio per la visita guidata all’allevamento di alpaca rappresenta un’esperienza unica e indimenticabile da vivere insieme ai meravigliosi alpaca, in un contesto paesaggistico e naturalistico di rara bellezza, lontano dal caos e dalla frenesia cittadina.
Durante la visita guidata si entra nei recinti dell’allevamento, si incontrano la gregge e si interagisce con loro, accompagnati da una o più guide del nostro staff, che vi racconteranno tutto quello che riguarda questi meravigliosi animali, dalla storia alla gestione e le loro esigenze, dalla loro preziosa fibra alle loro abitudini.

III° Giorno Seggiano e Santa Fiora

Incontro con la nostra guida locale alla scoperta di Santa Fiora, uno dei borghi più belli d’Italia, e le sue leggende, arrivando ad un magico sasso che in greco significa “serpente” e dove si racconta di una fata di nome Petorsola. Partendo dalla Chiesa di San Rocco, raggiungeremo Piazza Garibaldi, per poi inoltrarci nelle caratteristiche viuzze del paese con i bassorilievi medievali e le bellissime vedute sulla vallata sottostante. Passando dalla Pieve delle Sante Flora e Lucilla, al cui interno ci sono delle pregiatissime Ceramiche Robbiane. Scoprirete gli angoli nascosti dei tre terzieri del paese, con il Ghetto degli Ebrei, le storie medievali, l’intimo collegamento tra l’acqua e i paesani e le leggende dei massi di trachite, tra cui il Sasso della Fata e del maggio. Arriverete così al famoso e misterioso Sasso di Petorsola, la cui geologia ha fatto nascere la leggenda della Fata Petorsola; da qui avremo una bellissima vista sulla vallata, fino a vedere da una parte S. Fiora e dall’altra il Convento della S.S. Trinità. Una breve pausa pranzo a base dei prodotti tipici del territorio tra le viuzze di Santa Fiora e partenza per alla scoperta di Seggiano, tramite un percorso di visita che disveli, attraverso gli strumenti della contemporaneità, il patrimonio secolare di queste terre, tutto legato alle attività e ai tempi dell’agricoltura. Spazio cardine del percorso è però il nuovo ingresso al centro storico, progettato come “monumento” alla biodiversità dell’olivastra Seggianese con un vero e proprio Museo a Cielo Aperto.

Panoramica

  • Tipologia : Arte e Cultura, Natura
  • Area Prodotto : Slow
  • Linea Prodotto : Short Break

Location

Roccalbegna

Lascia una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *